Questa pagina ci introduce nel laboratorio di due artisti figurativi che hanno, ormai da qualche tempo, eletto il computer ad attrezzo di lavoro.
Vi possiamo osservare il processo di nascita e formazione delle idee visive: dal bozzetto preliminare a mano libera alla sua
sgrezzatura al computer, dove si sviluppano le prove colore con infinite varianti che coinvolgono anche gli altri elementi compositivi quali il tratto e il ductus stesso del disegno. Dalle prove, si passa poi al quadro a grandezza definitiva, dove riemergono la materialità del pigmento, la pennellata, i materiali aggiunti e coś via.
Il computer, quindi, come utensile di lavoro intermedio nell'indagine delle possibili declinazioni di un'idea. Operazione che rimane ben distinta dalla ipertrofica produzione di computer-grafica che, in questo scorcio di secolo, affolla le nostre retine.
Jimi Trotter e Valerio Pistoia sono arrivati a quest'uso dell'elaboratore per vie indipendenti e partendo da esperienze ben distanti tra loro. Il passaggio finale di restituzione su quadro riesce a mantenerle tali. 

GLI AUTORI

JIMI TROTTER vive a Primiero. Si occupdi musica e arti figurative.

VALERIO PISTOIA vive e lavora a Primiero. Sperimenta in pittura e ceramica. 

VALERIO PISTOIA
blake.jpg (18097 byte) gb .gif (6141 byte) jimi18092000.jpg (14633 byte) polifemo.gif (8867 byte) st_of_isacco.jpg (18000 byte) tre.jpg (20290 byte)
JIMI TROTTER
dog.png (13903 byte) ghebo.jpg (44281 byte) aria.gif (81081 byte) hil.jpg (36239 byte) far away.jpg (32699 byte) alien-i.jpg (49844 byte)

novembre 2000