Ecco si gonfi pure il fiume: egli non trema.
Giobbe 40,23

Cresce forse il papiro fuori dalla palude
E si sviluppa forse il giunco senz'acqua?
Giobbe 8,11

 Conoscenza dei simboli, capacitā d'immaginazione, nel senso munariano di "far vedere un pensiero", e insieme di sintesi sono gli strumenti messi in campo dall'Autrice in questo brano di allestimento per una mostra fotografica.
Il tema della mostra, i
segni del sacro di una valle alpina, era cosė delineato:
"A vivere nel Vanoi, tra problemi quotidiani, acque furiose e alto dei cieli, il sacro, pių che una scelta personale, fu in passato un'esigenza irrununciabile".
Centro simbolico dell'esposizione, quattro grandi immagini sospese a mezz'aria che sintetizzano il concetto di
segno del sacro. Le sovrasta un cielo stellato, aldilā a tutti intelleggibile, rubato da un dipinto popolare secentesco. Sotto di esse si apre il baratro delle acque burrascose che hanno segnato con violenza la storia del Vanoi.
All'intervento di
immaginazione relativo a queste ultime, si riferiscono i materiali che qui presentiamo. Vi si rintraccia il filo di un pensiero che, dall'iniziale idea del baratro aperto dai torrenti in piena, passa attraverso il recupero delle valenze fecondatrici delle acque primordiali, per giungere alla formulazione delle proposta finale: un tappeto-giardino di tumultuosa rigenerazione.
La sequenza delle immagini ci rivela il progressivo affinamento dell'idea iconografica sottesa all'allestimento e, insieme, ci permette di gettare uno sguardo dentro un
laboratorio vasto e promettente.

L' AUTRICE

ILARIA CESARETTI nata a Roma, vive e insegna a Primiero. Ha curato, per il Parco di Paneveggio, la mostra Labirinti (1998).

 
tape9.jpg (22701 byte) tape8.jpg (50736 byte) tape7.jpg (38432 byte) tape3.jpg (39299 byte) tape4.jpg (84226 byte) tape2.jpg (47762 byte)
tape5.jpg (65264 byte) tape6.jpg (42949 byte) tape12.jpg (37795 byte) tape11.jpg (86798 byte) tape10.jpg (94057 byte) tape1.jpg (26328 byte)
totem.jpg (68659 byte)           Da vedere
  • Transacqua (Tn): Piazzetta del Salvančl. Progettista: arch. Nicola Chiavarelli. Interventi artistici: Ilaria Cesaretti e Jimi Trotter.

novembre 2000